FANDOM


Dylan Dog
Dylan Dog

Nome:Dylan Dog
Data di nascita:1683
Luogo di nascita:Londra, Inghilterra
Prima apparizione:Albo di Dylan Dog n° 1
Autori:Tiziano Sclavi (testi)
Angelo Stano (disegni)
Sesso:Maschio
Specie:Umana
Etnia:Inglese
Occupazione:Investigatore
Parenti:Xabaras, padre (deceduto)
Morgana, madre
Lillie Connolly, moglie (deceduta)
Interprete cinematografico:Brandon Routh (in Dylan Dog - Il film)
Doppiatore italiano:Simone D'Andrea (in Dylan Dog - Il film)

<<Giuda Ballerino!>> (tipica esclamazione di Dylan Dog).
Dylan Dog, spesso soprannominato "l'indagatore dell'incubo", è il protagonista della serie a fumetti Dylan Dog. Si tratta di un investigatore inglese che si occupa del paranormale, e che lavora con la sua "spalla", Groucho, sosia del comico Groucho Marx.

AspettoModifica

Dylan è alto 185 centimetri e ha un fisico snello e asciutto. Ha un volto piuttosto allungato e i capelli sono abbastanza corti, scuri e lisci. Le sue fattezze sono ispirate a quelle dell'attore Rupert Everett.

Indossa praticamente sempre gli stessi vestiti: una camicia rossa (anche se in alcune copertine e in una serie di storie appare bianca), una giacca nera, jeans blu della Levi's e scarpe marrone chiaro della Clark's. Anche quando piove o fa freddo, Dylan non porta mai né cappotto (è visto con esso solo in paio di occasioni, tra cui una sua trasferta in Groenlandia), né l'ombrello: il primo perché «rovinerebbe il suo look», mentre del secondo pensa «Lo trovo un'invenzione inutile. Specialmente quando non piove». Il fatto di portare sempre gli stessi indumenti è una personale elaborazione di Dylan (come spiegato nel numero 200) del lutto per la morte di sua moglie Lillie Connelly.

PersonalitàModifica

Dylan non è un eroe nell'accezione classica del termine: il suo è un carattere molto difficile, ombroso e complesso. Molto spesso ha paura, risolve i casi parzialmente, è contraddittorio, ha sempre dubbi su se stesso e sul mondo, nonostante sia sempre pronto a lanciarsi nell'ignoto, nella speranza di comprenderlo a fondo.

Dylan Dog è astemio dopo aver avuto un passato da alcolizzato, anche se nel secondo albo lo si vede bere una birra in bottiglia (che nella Granderistampa è stata "trasformata" in aranciata). In molti albi, inoltre, si definisce, o viene definito da Groucho, «un astemio che si dimentica spesso di astemiarsi». Oltre ad essere astemio Dylan odia la violenza ed è vegetariano, abitudine probabilmente dovuta al suo grande amore per gli animali. Anche per questo, la figura di Dylan Dog è stata spesso (soprattutto durante le vacanze estive) al centro di campagne animaliste e contro l'abbandono degli animali. Soffre di diverse fobie: oltre ad essere claustrofobico è estremamente aerofobico e soffre di vertigini; nei pochi viaggi all'estero utilizza sempre la sua automobile o una nave (pur soffrendo di mal di mare). È generalmente ipocondriaco.

Dylan nutre scarso interesse per i molti aspetti della vita moderna. Non ama i telefoni cellulari e per tenere il proprio diario si affida a penna d'oca e calamaio. Ama molto leggere, in particolare la poesia, la musica, in cui i suoi interessi spaziano da quella classica a generi più moderni come heavy metal, e i film horror. Un'altra sua grande passione è quella di suonare il clarinetto, come fa più volte all'interno della serie perché <<Lo aiuta a riflettere>>. Nonostante sia perennemente in bolletta non nutre particolare interesse verso il denaro. La sua tariffa da investigatore privato è di 50 sterline al giorno più le spese, aumentata a 100 a partire dall'albo n.145. Ai numerosi clienti che sono accorsi nel suo studio nel corso degli anni il primo consiglio che solitamente ha dato è di andare da uno psicologo o uno psichiatra. Non crede nelle coincidenze.

Dylan clarinetto

Dylan parla del suo essere astemio.

Nonostante tutti gli orrori e le allucinanti assurdità di cui è stato testimone, non si può dire che creda ancora del tutto, ciecamente, al soprannaturale. In molti casi, come quelli dei fenomeni Esp o degli Ufo, il suo motto è: "Non ci credo, ma ci spero". Quanto al galeone, uno degli emblemi della serie, il modellino a cui Dylan Dog lavora fin dal numero 1, e che probabilmente non finirà mai, è diventato nelle storie un simbolo multiforme: può rappresentare la nave che conduce all'aldilà o, al contrario, la speranza nella vita e nella forza della fantasia. Per quanto riguarda le donne, ne ha avute moltissime, e la maggior parte le ha conosciute perché si sono rivolte a lui per un caso. Ma è proprio l'opposto del "seduttore" che pensa unicamente al sesso: per Dylan contano soltanto i sentimenti, e il sesso è sempre e soltanto per il vero amore.

Biografia Modifica

La vita del personaggio viene raccontata nel corso della serie attraverso particolari del suo passato che vengono svelati in particolare nei seguenti numeri: n. 1 (L'alba dei morti viventi), n. 7 (La zona del crepuscolo), n. 25 (Morgana), n. 43 (Storia di Nessuno), n. 74 (Il lungo addio), n. 100 (La storia di Dylan Dog), n. 121 (Finché morte non vi separi), n. 151 (Il lago nel cielo), n. 200 (Il numero duecento), n. 241 (Xabaras!), n. 242 (In nome del padre), n. 300 (Ritratto di famiglia) e nel volume fuori serie "Dylan Dog & Martin Mystère: Ultima fermata: l'incubo!". Tiziano Sclavi ha però ammesso di non aver amato il raccontare dettagliatamente passato e origini del suo personaggio, ma di averlo dovuto fare su richiesta dell'editore: Sclavi avrebbe voluto lasciare le origini di Dylan Dog avvolte nel mistero e in un certo senso ha lasciato intendere nel numero 100, quello in cui vengono svelate le origini antiche del personaggio, che possa essersi trattato di un sogno fatto da Groucho.

Infanzia e adolescenza Modifica

Nel 1686 un galeone inglese naviga capitanato da Dylan, uno scienziato e alchimista londinese, alla ricerca dell'ingrediente mancante per il siero dell'immortalità. A differenza dei viaggi precedenti, in questo è accompagnato dalla moglie Morgana e dal figlio Dylan jr, per evitare che il piccolo soffra eccessivamente della mancanza del padre. Il bambino, tra l'altro, ha già cominciato a sviluppare, a causa di ciò, una sorta di complesso di Edipo. Grazie alla cattura di un mollusco, Dylan riesce a completare il siero insieme all'antidoto per evitare la trasformazione in zombie. Morgana sperimenta il siero per prima per far sì che suo marito possa eventualmente intervenire se non dovesse funzionare. Il siero e l'antidoto sembrano fare effetto e allora Dylan sr. si inietta il siero ma non l'antidoto a causa dell'ammutinamento dell'equipaggio che uccide il capitano che, proprio a causa al siero, risorge sotto forma di zombi e massacra l'equipaggio. Morgana riesce a iniettare l'antidoto al marito ma è ormai troppo tardi e l'uomo recupera solo in parte la sua coscienza. Nel frattempo, i marinai risorgono come zombie. Interviene il mollusco marino che si rivela essere un demone acquatico (che si scoprirà poi essere una delle incarnazioni del gatto magico Cagliostro) che punisce le ambizioni dello

Xabaras

Xabaras, il padre di Dylan.

scienziato sdoppiandolo: una parte viene condannata a vivere per 666 anni in esilio su un asteroide mentre l'altra diventa un'incarnazione del demone Abraxas e rimane sulla Terra. Con il nome di Xabaras (anagramma di Abraxas), riesce a contrastare la rivolta degli zombi e a ricondurre il galeone a Londra dove affonda, abbandonando poi Morgana e il figlio per poter dedicarsi alle sue ricerche. La donna, oramai immortale, viene imprigionata e messa a dormire in eterno in una bara di vetro dentro il galeone, mentre il bambino viene affidato a un orfanotrofio. Qui il piccolo Dylan riceve la visita dell'entità marina che aveva sdoppiato il padre e lo porta avanti nel tempo nello stesso orfano trofio ma intorno al 1956. Xabaras, pentitosi di aver abbandonato il figlio, si reca all'orfanotrofio per riprenderselo ma scopre che è misteriosamente scomparso. Tali sono il desiderio e la necessità di ritrovarlo che Cagliostro decide di trasportare anche lui nella Londra del XX secolo.

Il piccolo Dylan viene adottato dalla famiglia Dog. Xabaras cerca di rintracciare il figlio ma non ci riesce che così cresce ignaro dell'esistenza del vero padre. Da bambino ha una cotta per una sua compagna di scuola, Spring Shorend e intorno ai sedici anni trascorre la sua prima vacanza da solo a Moonlight. dove conosce il suo primo amore Marina Kimball. In tale occasione, trova la pistola modello Bodeo Mod. 1889 che diverrà la sua arma. Il giovane Dylan viene messo al corrente dal suo padre adottivo dell'esistenza di Xabaras, che per loro è solo un pazzo che crede di essere il vero padre di Dylan.

La vita a Londra: primo periodo Modifica

Verso i venti anni si trasferisce a Londra per diventare agente di Scotland Yard e nel 1978 conosce Martin Mystère e si innamora di Alison Dowell. La ragazza è anche sacerdotessa di una setta satanica che tenterà di uccidere Dylan. Martin lo salva causando però la morte di Alison.

A Scotland Yard è agli ordini dell'ispettore Bloch il quale lo prende particolarmente a cuore. Dylan incontra Groucho e si innamora di Lillie Connolly, militante dell'IRA che poi viene arrestata come terrorista. Durante il processo Dylan testimonia a difesa di Lillie a causa dei trattamenti subiti in carcere. Lillie viene condannata a morte ma morirà a seguito di uno sciopero della fame. Per elaborare il lutto Dylan si vestirà sempre come in occasione del primo e dell'ultimo incontro con Lillie: giacca nera, camicia rossa, jeans Levi's e scarpe Clarks (peraltro già in passato si era vestito così come ad esempio all'epoca della sua storia con Marina oppure nel 1978 quando conobbe Martin Mystère). La morte di Lillie getta Dylan nello sconforto finendo per lasciare Scotland Yard (mantenendo però illecitamente il suo tesserino) e diventando un alcolista. Dylan riesce grazie a Bloch a ottenere la licenza di investigatore privato stabilendosi in un appartamento affittato al n. 7 di Craven Road. Durante la sua prima indagine incontra nuovamente Groucho e lo prende come assistente. Per il primo caso risolto riceve come pagamento il maggiolone. Groucho gli regalerà in seguito il clarinetto, il diario con la penna d'oca e il campanello urlante, acquistandoli presso il negozio di antiquariato Safarà. Presso lo stesso negozio Dylan aveva già acquistato il modellino di galeone. Il figlio di Bloch, Virgil, compie una rapina finendo ucciso. L'episodio finisce per rinforzare l'amore paterno di Bloch nei confronti di Dylan contribuendo a liberare definitivamente Dylan dall'alcolismo.

La vita a Londra dal 1986 in poi Modifica

Dal 1986, anno di esordio della serie a fumetti, il personaggio si dedica definitivamente alla professione di "indagatore dell'incubo". Il personaggio, così come i suoi comprimari, non invecchia e la serie di avventure prosegue senza mutamenti di età dei protagonisti. Nel primo numero della serie Dylan si scontra per la prima volta con Xabaras senza sapere che è suo padre. Per il ventennale della serie nel 2006 si consuma la resa

Campanello dyd

Il campanello di Dylan Dog che urla invece di suonare.

dei conti fra i due e Dylan scopre di essere suo figlio e di essere nato nel XVII secolo. Nel frattempo Xabaras convinto di aver perfezionato il siero dell'immortalità lo sperimenta su sé stesso, ma il siero si rivela imperfetto in quanto dona sì l'immortalità ma la vita eterna è vuota, priva di sentimenti e di sensazioni. Xabaras, resosi conto che questo è il suo definitivo fallimento si suicida. Il gatto Cagliostro cancella dalla memoria di Dylan quanto accaduto tornando alla sua vita di indagatore, mentre il corpo di Xabaras viene trasferito in un'altra dimensione dalla quale tornerà solo quando sarà il momento di ricongiungersi con l'altra metà e saranno trascorsi 666 anni di esilio. Allora la metà in esilio tornerà sulla Terra, Dylan finirà il modellino di galeone e ciò gli riporterà alla mente tutte le vicende passate. La famiglia si ritroverà nei sotterranei di Londra sul galeone con Morgana risvegliata dal lungo sonno nella sua bara di vetro e le due parti del padre che si riuniranno. Dylan abbandonerà definitivamente la professione di indagatore dell'incubo e il suo appartamento di Craven Road per andare a vivere forse con Groucho una nuova vita finalmente libera dal mistero dei suoi genitori.

Epilogo: la clonazione Modifica

In un futuro molto lontano il personaggio verrà clonato innumerevoli volte per indagare su misteriosi fantasmi su delle navicelle spaziali.

Comprimari Modifica

  • Groucho è l'assistente di Dylan tuttofare con le sembianze di Groucho Marx che spesso apre la porta ai potenziali clienti sommergendoli di freddure e barzellette intervenendo a sproposito, irritando i potenziali clienti e corteggiando ogni bella ragazza che gli capita a tiro anche se gli va quasi sempre male a differenza di Dylan ("Ma cosa gli fai tu alle donne per farle cadere tutte ai tuoi piedi? Lo sgambetto?"). Esordisce nel primo numero della serie una pagina prima del protagonista. Si incontrano mentre Dylan in servizio è alle prese con dei disordini causati da militanti dell'IRA mentre Groucho si aggira nelle vicinanze noncurante degli scontri e declamando battute. Il suo vero nome è forse Julius Zaccaria. Spesso il suo unico compito è lanciare a Dylan la pistola che tiene in consegna.
  • L'ispettore Bloch (il cui aspetto fisico è una citazione dell'attore di gialli Robert Morley e il cui cognome è probabilmente un omaggio allo scrittore Robert Bloch) è l'ispettore capo di Scotland Yard a un passo dalla pensione; ex-superiore di Dylan quando era in servizio gli è molto affezionato e più di una volta lo ha tirato fuori dai guai e dalla prigione. Il loro rapporto ha suscitato la gelosia del figlio tossicodipendete che morirà durante una rapina. Dispiaciuto delle dimissioni di Dylan dalla polizia, nonostante tenda a parlare con ironia della sua professione di "Indagatore dell'Incubo", lo aiuta quando possibile. È estremamente sensibile alla vista del sangue per cui assume antiemetici e teme che il soprintendente gli impedisca di andare prima o poi in pensione Il suo nome di battesimo completo è Sherlock H. (Holmes) Bloch.
  • Lord H. G. Wells, pari d'Inghilterra e omonimo dell'autore de La guerra dei mondi, è uno eccentrico inventore che aiuta spesso Dylan nelle sue indagini. Il suo aspetto fisico è una citazione dell'attore David Niven. Groucho non lo sopporta perché viene ritenuto da lui il maggiordomo di Dylan. È spesso in compagnia di qualche prostituta d'alto bordo che il nobiluomo giustifica come una ragazza alla quale dà ripetizioni private.
  • Morgana: È la madre del personaggio del quale ha però perso memoria. Esordisce nell'albo n. 25 (Morgana) ma anche se non riconoscibile la donna compare nell'albo n°1 tra gli zombie vittima di Xabaras. Dylan scopre che è in realtà sua madre nel n. 100. Ritorna nel n. 361 (Mater Dolorosa), in cui difende il piccolo Dylan da Mater Morbi.
  • La Morte, rappresentata uno scheletro con un vecchio saio, in più episodi interagisce direttamente con Dylan come nel n. 88 nel quale egli stringe un patto con lei per salvare Bree Daniels. Viene spesso rappresentata come una semplice impiegata che fa il suo lavoro. Nel n. 123 afferma di non poter guidare i camion avendo solo la patente B; nello stesso albo afferma anche che la sua musica preferita è il Jazz nell'albo n. 300 è accompagnata da sua "sorella" la vita. Nel numero 338 si prende una sorta di vacanza dalla sua attività per fare compagnia all'ispettore Bloch che, andato in pensione, ha tentato di anticipare la sua dipartita e riscopre così i piccoli piaceri della vita come guardare un film o andare a pesca.
  • Madame Maria Trelkovski è un'anziana sensitiva, il cui nome rimanda al cognome del protagonista de L'inquilino del terzo piano di Roman Polański. Aiuta spesso Dylan nelle sue indagini ed è considerata la sensitiva più esperta di Londra.
  • Abel Cedric Jenkins è un agente di Scotland Yard che prende ogni cosa alla lettera facendo esasperare l'ispettore Bloch che periodicamente lo rispedisce a dirigere il traffico.
  • Tyron Carpenter, integerrimo ispettore di polizia di Scotland Yard successore di Bloch. Carpenter non nutre alcuna simpatia per Dylan Dog, considerandolo solamente un ciarlatano e sequestrandogli il tesserino da poliziotto che non aveva mai restituito.
  • Botolo è un cane meticcio randagio (anche se in un episodio ironicamente viene definito un levriero afgano), che Dylan salva da un accalappiacani. Successivamente il cane salverà la vita a lui e i due si scambieranno questi favori a vicenda diverse volte.

Crossover e Team-Up Modifica

Lente d&#039;ingrandimento Non ti basta? C'è anche Lista dei Team-Up Bonelli
  • Martin Mystère: nell'ottobre del 1990 e nell'ottobre del 1992 furono pubblicati due albi fuori serie
    1540565643745.jpg--

    La copertina di Dylan Dog & Martin Mystère: l'Abisso del Male (2018).

    contenenti una storia con Dylan Dog e Martin Mystère. Il primo albo, "Ultima fermata: l'incubo!", fu scritto da Alfredo Castelli con la collaborazione di Sclavi mentre il secondo, "La fine del mondo", fu scritto da Sclavi con la collaborazione di Castelli ed entrambi furono disegnati da Giovanni Freghieri. Contatti fra i due personaggi c'erano già stati nel 1988 nell'albo n. 18 della serie di Dylan Dog, Cagliostro!, dove il personaggio incontra l'ispettore Travis, uno dei comprimari della serie di Martin Mystere; nell'albo compaiono lo stesso Martin Mystère con la fidanzata Diana Lombard e il suo amico Java ma senza però incontrare direttamente Dylan Dog. Il personaggio viene citato nella serie regolare di Martin Mystère nel 1990 poco prima dell'uscita del primo crossover. Martin Mystère, Diana e Java compaiono nuovamente nella storia in due puntate pubblicata sui n. 133 e 134 di Dylan Dog nel 1997 dove viene citato anche Jerry Drake, alias Mister No. Dylan e Martin si incontrano di nuovo nel 2014 in una storia pubblicata sul n. 12 del Color Fest e nel 2018 nel Maxi n. 10 di Martin Mystère intitolato "L'abisso del male". Questa ultima apparizione si collega direttamente alle due storie one shot del 1990 e 1992 e all'interno della storia appaiono anche Zagor e alcuni personaggi di vecchia data pubblicati da Sergio Bonelli Editore.
  • Mister No: Dylan Dog ha incontrato Jerry Drake due volte: il primo incontro è quello già citato (n. 133 e 134 di Dylan Dog) mentre il secondo è avvenuto nel Color Fest n. 12;
  • Ken Parker: il personaggio incontra Ken Parker in una storia pubblicata nel dicembre 1994 sul n. 23 di Ken Parker Magazine;
  • Napoleone: il personaggio incontra Napoleone nel n. 42 della serie omonima dove aiuta il protagonista a risolvere un caso; nel n. 12 del Color Fest viene mostrato un incontro tra Napoleone e un giovane di nome Dylan Dog;
  • Nathan Never: Il primo incontro con il personaggio Nathan Never viene narrato nel n. 12 della serie Color Fest: la storia è ambientata nel futuro di Nathan Never, dove viene creato un avatar di Dylan Dog in modo che possa aiutarlo;
  • Dampyr: Dylan ha incontrato Harlan Draka in una storia in due parti iniziata sul n. 371 della serie regolare ("Arriva il Dampyr") e terminata sul n. 209 di Dampyr intitolato "L'indagatore dell'incubo".
  • Morgan Lost: Dylan ha incontrato Morgan Lost nel team-up in due episodi del fumetto creato da Claudio Chiaverotti, intitolati "Incubi e serial killer" e "Londra in rosso e grigio".

Altri Media Modifica

Dylan-dog-441x430

Brandon Routh nei panni di Dylan in Dylan Dog- il film

Cinema Modifica

  • Dylan Dog- Il Film: Nel 2010, è stato realizzato un adattamento cinematografico del fumetto di Dylan Dog con il film Dylan Dog- Il Film, (in originale Dylan Dog: Dead of Night) di produzione americana. Il film però, presenta molte differenze dall'opera originale, a cui si ispira solo in parte anche per motivi di copyright, e per questo e altri motivi ha ricevuto molti pareri negativi da pubblico e critica.

Televisione Modifica

  • The Editor Is In: Come molti altri personaggi Bonelli, anche Dylan compare nella serie tv prodotta da Sky Arte "The Editor Is In" ed ha un episodio come protagonista. Si tratta dell'episodio numero 6, intitolato Dylan Dog- Il trillo del diavolo, in cui Dylan è convinto che il suo nuovo smartphone sia posseduto.
  • Serie tv senza titolo: Nel 2018 è stata annunciata la realizzazione di una serie tv dedicata al personaggio di Dylan Dog. Sarà girata in lingua inglese ed è il primo prodotto che andrà a formare l'universo condiviso, tra film e serie tv, dei personaggi Bonelli, curato dalla Bonnelli Enterteinment, nuova divisione della Sergio Bonelli Editore. Non è ancora stato dichiarato dove e quando la serie andrà in onda né nomi facenti parte del cast o dello staff tecnico.

Videogiochi Modifica

  • Nel 1988 la Systems Editoriale pubblicò i primi videogiochi su Dylan Dog per Commodore 64, un'avventura testuale dal titolo "Le notti della luna piena" e uno sparatutto realizzato con Shoot'Em-Up Construction Kit, "Dylan Dog e il castello delle illusioni".
  • Nel 1991 Simulmondo produce una serie di quattro videogiochi ispirati alle avventure del personaggio. A ogni set di floppy disc è allegato un albo.
  • Tra il 1991 e il 1993 Simulmondo pubblicò altri 19 titoli per computer MS-DOS, Amiga e C64. Gli uccisori e Attraverso lo specchio furono venduti nei negozi, mentre gli altri diciassette furono una serie pubblicata in edicola, quasi allo stesso ritmo degli albi a fumetti: La Regina Delle TenebreRitorno Al CrepuscoloStoria Di NessunoOmbreLa MummiaMaelstromGente Che ScompareLa Clessidra Di PietraIl MaleI VampiriIl Marchio RossoIl Lungo AddioI Killers Venuti Dal BuioIl Bosco Degli AssassiniInferniFantasmi e Il Cimitero Dimenticato.
  • Nel 1999 la Rizzoli New Media insieme alla genovese NewMediaRound pubblicarono un videogioco per Windows dal titolo Dylan Dog Horror Luna Park, il soggetto era di Tiziano Sclavi e il videogioco è stato sviluppato dalla software house genovese Bedroom Studio Entertainment. Il gioco è un'avventura grafica con alcune fasi arcade in cui Dylan si ritrova imprigionato in un proprio incubo.
  • A fine 1990 De Agostini Ragazzi edita l'agenda di Dylan Dog 1991 contenente disegni tratti dalla serie a fumetti].
  • Nel 1992 l'etichetta musicale RCA mette in vendita una compilation dal titolo "Dylan Dog Rock & Horror" contenente brani musicali di gruppi rock oltre al Trillo del diavolo di Tartini.

Collegamenti esterni Modifica

Sito ufficiale Sergio Bonelli Editore: http://www.sergiobonelli.it/sezioni/14/dylan-dog

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.